Abnormità, Inopinabilità e Responsabilità Penali

Qualche volta, rimango sorpreso dalla capacità di generalizzare e di rendere vago qualsiasi concetto in modo che la strada percorribile sia una qualsiasi delle miriadi immaginabili. Diciamo che ho un lavoratore imprudente, negligente e non competente che ad un certo punto della sua attività lavorativa e per le ragioni sopra citate è così furbo da creare un incidente su posto di lavoro e di farsi male.

Tu datore di lavoro credi di essere al sicuro ? Bhe in effetti no, e mi sembra corretto. Diciamo che viene chiesto al datore di lavoro di dimostrare di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno. Insomma mettiamo che come datore di lavoro non avevi fatto proprio nulla per la sicurezza, se sul tuo impianto o cantiere si fa male un personaggio come quello di prima comunque anche tu hai le tue responsabilità. Va bene, ci sta !

Il concetto che mi sfugge è il successivo: l’unico modo per evitare responsabilità da parte del datore di lavoro è che vengano accertati i caratteri di “abnormità” e “inopinabilità” nel comportamento del lavoratore. Cioè ? Vale a dire, caro datore di lavoro, sei sempre responsabile ?

Leggendo le varie sentenze si ha di fatto l’impressione che il datore di lavoro possa essere esente da responsabilità per gli infortuni del lavoratore sono nel caso in cui la condotta di quest’ultimo sia stata da sola sufficiente a determinare l’evento. Come datore di lavoro … mi sono intristito. Leggi la sentenza qui sotto …

[adsenseyu2]

Concorso di colpa nell’infortunio e responsabilità del datore di lavoro

Con sentenza n. 19494 del 10 settembre 2009, la Cassazione ha affermato che in caso di infortunio sul lavoro, l’eventuale colpa del lavoratore, dovuta ad imprudenza, negligenza o imperizia, non elimina quella del datore di lavoro, sul quale incombe l’onere di provare di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno, non essendo sufficiente un semplice concorso di colpa del lavoratore per interrompere il nesso di causalità.

L’esonero di responsabilità si potrebbe configurare solo quando vengono accertati i caratteri di “abnormità” e assoluta “inopinabilità” nel comportamento del lavoratore.