Pubblicità non commerciale (?!)

No, non sono matto !!!

Bhe un incipit un po forte che in realtà non sono certo di poter garantire, ad ogni modo … il titolo di questo post sembra apparentemente folle: come può esistere una pubblicità non commerciale ?

Mi riferisco di fatto a quella “pubblicità” che talvolta viene denominata di “prevenzione”. L’obiettivo è simile a quello della pubblicità commerciale, e cioè convincere una persona a “comprare” qualche cosa, talvolta un oggetto oppure una idea oppure una emozione.

Dunque persuasione o dissuasione, due facce della stessa medaglia :-). Si cerca perciò di “modificare” un certo tipo di comportamento (vi siete mai soffermati a riflettere che la pubblicità fa proprio questo), nel nostro caso, “un comportamento”!.
In televisione ogni tanto vediamo delle “campagne” realizzate da Pubblicità Progresso.

Il fatto: stavo facendo una visita per una CTP (Consulenza Tecnica di Parte) ed ho visto un bellissimo pittogramma.

La macchina in questione ha delle parti in movimento pericolose per gli operatori ed il costruttore ha giustamente segnalato tale pericolo anche con l’apposizione di un pittogramma. I pittogrammi che si trovano sono solitamente gli stessi, in questo caso mi sarei aspettato qualche cosa di simile:

 

 

 

 

Non me ne sono reso conto subito, il mio cervello riceveva un segnale forte, ero disturbato e preoccupato per quel pericolo, più di quanto avrei dovuto o di quanto normalmente sono davanti a questo tipo di segnalazione.

Poi ho guardato meglio la segnalazione, il pittogramma … ed ho capito.

Immagine forte !!! Quanto cambia la nostra percezione !!! Bravi !!!