Una Lezione dal Preservativo (Condom)

Alle volte alcune lezioni rimangono più  impresse di altre. Se non vuoi più dimenticarti del tuo cliente ascolta e guarda questo video di Amy Lockwood. Una lezione dai preservativi … eh si … dal condom !

“non importa cosa stai vendendo; devi pensare al tuo cliente, e a quali sono i messaggi che possono cambiare le sue abitudini. Potresti salvare la loro vita.”

Se capisci l’inglese vai subito al video, c’è la possibilità di attivare i sottotitoli in inglese, altrimenti prima leggi il breve estratto che ho preparato e poi guarda il video.  

“… In ottobre ho passato un pò di tempo nella Repubblica Democratica del Congo, è la più estesa regione dell’Africa. Le sue dimensioni sono come quelle della Western Europe, ma con solo 300 miglia di strade asfaltate. La Repubblica Del Congo è un posto molto pericoloso. Negli ultimi 10 anni, 5 milioni  di persone sono morte a causa delle guerre interne. Ma le guerre non sono l’unica ragione a rendere difficile la vita in questo posto.

Ci sono grossi problemi anche di salute.  Infatti vi è una percentuale del 1.3% di adulti malati di HIV, potrebbe non sembrare un grosso numero ma in una regione con  76 milioni di abitanti significa che ci sono 930,000 persone che sono malate di HIV. A causa delle insistenti infrastrutture, solo il 25% di questi riceve le adeguate cure salvavita. Questa è una delle regioni per la quale le agenzie non governative di supporto cercano di proporre preservativi a basso costo o gratuiti.

Quando ero nella Repubblica del Congo ho parlato con molte persone, una di queste è Damien. Damien gestisce un hotel alle porte di Kinshasa. E’ un hotel aperto solo fino a mezzanotte, non è un posto dove stare. E’ un posto dove delle “sex workers” ed i logo clienti si incontrano. Oggi Damien sa tutto sui preservativi, ma non li vende. Dice che non c’è domanda, e non è una sorpresa, visto che solo il 3% delle persone della Repubblica del Congo utilizza i preservativi.

Joseph e Christine, che gestiscono una farmacia nella quale si vendono i preservativi, dicono che i loro clienti non comprano i preservativi a basso costo o gratuiti proposti dalle agenzie non governative ma che invece comprano i preservativi delle società privare. E questo a dispetto delle campagne di sensibilizzazione.

Come esperta di marketing ho trovato il fatto curioso, e così ho cominciato ad osservare le diverse campagne di sensibilizzazione. Ne è uscito che ci sono 3 principali messaggi comunicati nelle campagne di sensibilizzaizone delle agenzie non governative:

– Paura
– Finanziamento
– Fedeltà

Hanno chiamato i loro prodotti con nome tipo “Vive” oppure “Trust” (fidati). Le confezioni riportano il fiocco rosso che ci ricorda HIV, le scatole ti ricordano chi ha pagato per i preservativi, mostrano immagini di tua moglie o di tuo marito e ti dicono di proteggerli oppure di essere prudentemente.

Ora, non sono esattamente il tipo di cose che uno pensa poco prima di prendere un preservativo. Cosa pensi appena prima di utilizzare un preservativo ? … SESSO.

Le compagne private che vendono preservativi in questi posti lo sanno bene !
Le loro campagne pubblicitarie sono diverse. Il nome potrebbe non essere molto differente ma le immagini che richiamano lo sono, e come. I marchi sono ambiziosi ed alcune confezioni sono incredibilmente provocanti.

E questo mi fa pensare che forse le agenzie non governative hanno perso una delle chiavi del marketing:
capire chi è il cliente.

… ma se vuoi veramente tentare di fare qualche cosa per fermare la diffusione dell’HIV, tu devi pensare al cliente, quelle persone il cui comportamento ha bisogno di essere cambiato, le coppie, le giovani donne, i giovani uomini la cui vita dipende anche da questo.

Così la lezione è questa: non importa cosa stai vendendo; devi pensare al tuo cliente, e a quali sono i messaggi che possono cambiare le sue abitudini. Potresti salvare la loro vita.

Grazie”

Link Originale: Amy Lockwood: Selling condoms in the Congo | Video on TED.com.

[adsenseyu2]